Skip to main content

Il cammino in 4 tappe

Il cammino in 4 tappe

Il cammino in 4 tappe

Il cammino in 4 tappe

Il cammino in 4 tappe

Il cammino in 4 tappe

E noi che pensavamo di essere dei camminatori provetti! A quanto pare c’è chi scarpina a un passo molto più sostenuto di quello della Fede e Leo, chiedendosi come chiudere l’anello Vignola – Vignola in 4 tappe anziché 5.

01. INDICAZIONI

Come in ogni Cammino, vige la regola dell’istinto e della libertà.

Lasciatevi guidare dalle vostre sensazioni, e fermatevi dove i vostri occhi e il vostro cuore vi chiederanno di farlo: è proprio dai luoghi che cattura la nostra curiosità che nascono le magie dei Cammini!

Detto ciò, magie a parte, siamo consapevoli che l’organizzazione è importante. Per lo meno fino a quando non troveremo tutt* quant* un modo per vivere da camminatori senza il bisogno di bruciare le tappe per tornare a lavorare!

02. LE 4 TAPPE

Di seguito, dunque, trovate la versione del Cammino dell’Unione accorciata a quattro giorni. Fateci sapere come va 😉

TAPPA 1

Vignola – Levizzano

  • percorso invariato rispetto all’itinerario in 5 tappe

TAPPA 2

Levizzano – Pieve di Trebbio

  • percorso invariato rispetto all’intinerario in 5 tappe

TAPPA 3

Pieve di Trebbio – Monteorsello (Guiglia):

  • Seguire la terza tappa dell’itineriario in 5 giorni fino a Zocca (13,2 km).
  • Da qui, proseguire verso Zocchetta seguendo il percorso numero 10 del Parco dei Sassi di Roccamalatina.
  • Dopo Zocchetta, sempre seguendo il percorso numero 10, raggiungiamo prima il magico borgo di Montecorone e poi il Sasso di Sant’Andrea, uno dei luoghi più suggestivi del Cammino.
  • Da Montecorone al Sasso di Sant’Andrea il percorso cambia il numero da 10 a 9. Prendiamoci il tempo per goderci la bellezza del Sasso e ammirare il paesaggio circostante, e poi ritorniamo sul sentiero numero 9 fino a Cà di Toti e poi, attraverso una ripida discesa, raggiungiamo il Mulino della Livia.
  • Da qui, consigliamo di abbandonare il sentiero ufficiale del parco numero 9 e seguire un tracciato locale bianco e blu che seguendo un ruscello e immergendosi in un fresco e affascinante bosco ci guida fino alla selva di Monteorsello.
  • Qui passeremo di fronte all’agriturismo Nonna Nella in cui possiamo fermarci per riposare dopo la lunga camminata e gustarci una prelibata cena del pellegrino! Pasta a mano fatta in casa dalla super vale e dalla sua Nonna Nella garantita!
  • In questo modo la tappa si allunga a circa 30 km.

TAPPA 4

Monteorsello (Guiglia – Vignola)

  • Lasciato l’agriturismo Nonna Nella, torniamo sulle tracce del Cammino raggiungendo il centro di Monteorsello prima e il borgo di Guiglia poi.
  • A Guiglia, la terrazza delle colline Modenesi, fermiamoci un istante ad osservare la pianura che si estende sotto di noi e prepariamoci a chiudere il nostro cerchio ridiscendendo a Vignola (seguire le indicazioni della tappa 5 del tracciato classico).
  • In questo modo, anche la quarta tappa viene allungata a circa 30 km.

Arrivati/e a Vignola, non c’è che dire: vi siete guadagnati una fetta della mitica torta Barozzi!